AsiaPalestinaAlla scoperta di una città biblica: Gerico

9 Aprile 2020Achille Cattaneo0

Ritornando bambini, Gerico, era una terra di fantasia dove le mura caddero miracolosamente al soffio di trombe d’aria e di marcia di uomini. Era una città biblica che in qualche modo non aveva una posizione per poter essere visitata. Invece tornando velocemente ai giorni nostri, Gerico è una destinazione reale, altrettanto intrigante quanto affascinante agli occhi di chiunque. Gerico è stata denominata la più antica città abitata al mondo. E’ arrivata sino ai giorni nostri, con una storia che risale a più di 10.000 anni. E’ qui che gli archeologi hanno trovato prove del primo insediamento umano permanente nella regione, segnandola come come uno dei primi centri nel mondo ad adottare la civiltà.

Situata a 35 km da Gerusalemme, quest’antica destinazione si è modernizzata nel corso degli anni, ma resta ancora un piccolo centro agricolo. Nei suoi primi anni, circa 8.000 A.C., gli abitanti sono cresciuti in una comunità organizzata di circa 2.000/3.000 persone. I suoi abitanti hanno costruito un muro di pietra intorno alla città, trasformandosi da cacciatori ad agricoltori. Questo ha permesso un nuovo cambio di vita, non più nomade ma statico in un luogo. Purtroppo a causa del clima piuttosto movimentato della zona, la città non è mai diventata la principale attrazione turistica che l’Autorità palestinese sperava diventasse.

Con così tanta storia da scoprire, è difficile non essere curiosi di visitarla in prima persona. Probabilmente non è una destinazione sicura al 100% e potrebbe esserlo per diversi anni a venire, ma se decidete di visitare Gerico, ecco alcuni consigli utili nonché info sulle sue migliori attrazioni ed esperienze da godere.

Informazioni Essenziali

Il periodo migliore per visitare la Terra Santa è da marzo a maggio o da settembre a novembre. Vacanze come Pasqua, Rosh Hashanah, Yom Kippur e Sukkot attirano tanta gente e molte aziende rimangono chiuse in quei giorni. Dal Queen Alia International Airport di Amman, in Giordania o Gerusalemme, avrete bisogno di noleggiare un auto privata per arrivare a Gerico poiché non ci sono taxi-service diretti.

Tenete a mente che i viaggiatori non visitano la città per il servizio in guanti bianchi, ma piuttosto si deve essere coscienti della profonda storia del territorio e sull’esperienza culturale che si potrà vivere. Detto questo, ci sono solo un paio di alberghi di lusso siti nella periferia della città, tra cui il Four Seasons Amman e il Bab Al Shams Resort. Sono disponibili alcuni tour di lusso che si svolgono a Gerico, gruppi come Artisans of Leisure ed Abercrombie & Kent offrono tour VIP per la Giordania e le aree circostanti

Cosa visitare

Tell es-Sultan

Gerico

Il patrimonio mondiale dell’UNESCO di Tell es-Sultan (chiamato anche l’Antica città di Gerico), si trova a 257 mt sotto il livello del mare, ed è la città più bassa e più antica sulla terra. Nel corso della prima età del bronzo, la città fortificata è stata una delle più fiorenti Città-stato in Palestina. Afflitta da terremoti, incendi e battaglie, la maggior parte della città fu distrutta e ricostruita più volte nel corso dei secoli.

Molti eventi e le credenze religiose sono associati con il sito, ed è impossibile non percepire un senso di profondo passato nella zona. Dune di sabbia e scalinate (le più antiche scale conosciute in tutto il mondo) sono sparse per la città, così come i resti di una torre che si dice abbia resistito per sette terremoti. Cercate i cartelli che identificano le aree significative ed i resti archeologici.

Monte delle Tentazioni ed il Monastero di Qurantul

Gerico

Alto 350 mt sul livello del mare, il Monte delle Tentazioni è raccontato nel cristianesimo come il luogo dove Gesù Cristo digiunò per 40 giorni e notti mentre veniva tentato dal diavolo. Un elemento che segna il luogo e dove è stato invitato per fare il pane da una pietra, è il Monastero della Qurantul, che è stato costruito intorno al VI secolo.

Tagliato nella roccia, si affaccia sul Mar Morto in Giordania, e si tratta di un’impressionante risultato di ingegneria umana. La zona è piena di 30-40 grotte dove eremiti e monaci risiedevano durante i primi tempi del cristianesimo. Raggiungere il monastero non è un compito facile, la salita è ripida ed arduae. Una funivia si ferma poco prima del monastero, ma dovrete comunque salire le scale fino al cancello d’ingresso.

Palazzo di Hisham

Gerico

A nord di Gerico e a breve distanza da Sultan Tell, il Palazzo di Hisham è stato pensato per essere la residenza del califfo Umayyad Hisham 724-743 D.C. Studi più precisi dicono che è stato costruito tra il 743 e il 744 D.C. dal nipote Walid II. E’ stato chiamato la “Versailles del Medio Oriente” e vantava colonnati, moschee, pavimenti a mosaico ed edifici reali. Anche se è stato distrutto da un terremoto poco dopo il suo completamento, c’è tanto da scoprire tra le sue rovine.

Quest’ultime rappresentano un campione di architettura islamica, una delle caratteristiche famose del palazzo è il mosaico dell’Albero della Vita, posto all’interno di un bagno. C’è l’immagine di un leone che uccide un cervo sotto un albero di arancio. Forse rappresenta la lotta tra il bene e il male. Il custode del Palazzo di Hisham indirizza i visitatori ad una sala cinema dove si può guardare un video di 20 minuti sulla storia del sito.

Palazzo di Erode

Gerico

A sud ovest di Gerico, il patrimonio palestinese Abu Telul Alayeq (in arabo) è situato lungo le rive del fiume di Wadi Qilt. In precedenza residenza invernale del re Erode, il palazzo è sito all’interno di un rigoglioso giardino e la leggenda vuole che Marco Antonio regalò il boschetto di pioppi di Erode a Cleopatra. Oggi la zona presenta tracce di una rete di acquedotti e canali utilizzati per sfruttare l’acqua delle sorgenti circostanti.

La fortezza conteneva una grande piscina, un ingresso rotondo, due cortili ed un bagno romano. A Nord-est del palazzo si trova una vasta necropoli con circa 50 tombe, risalente alla metà del primo secolo A.C. ed al I° secolo D.C. Scoperte tra il 1975 e il 1977, le tombe sono state scavate nella roccia calcarea con una camera sepolcrale quadrata con loculi. Una visita al palazzo ed alle tombe risulterà più semplice del trekking al Monte della Tentazione in quanto la zona dispone di un bar con cibo e bevande.

Nabi Musa

Gerico

Secondo la tradizione locale, Nabi Musa ospita la tomba del profeta Mosè ed è quindi un luogo sacro per i musulmani. L’Antico Testamento afferma che Mosè non è mai entrato in “Terra promessa” (pseudonimo Palestina), ma invece è morto nella moderna Giordania sul Monte Nebo.

Composta da una moschea, un minareto e camere, la sua struttura principale è stata completata nel 1269 D.C.. La tomba è il punto finale di un pellegrinaggio annuale di sette giorni che inizia a Gerusalemme. Presso la tomba, i pellegrini trascorrono cinque giorni a pregare e celebrare intorno al Santuario.

Achille Cattaneo

Sono estremamente convinto che qualsiasi esperienza di viaggio ti può cambiare la vita se sono vissute al meglio e se guidate dalla curiosità piuttosto che esclusivamente sulle raccomandazioni di sapientoni e jet-set. Alberghi dallo stile classico, proprietà esclusive ed esperienze culinarie epiche offrono di sicuro alcune delle migliori opportunità per un autentico ingresso all'interno di nuove culture e costumi.

Lascia un commento

Non pubblicheremo il tuo indirizzo email. I campi richiesti sono marcati con *

Inizia il viaggio e buon divertimento

Vuoi fare un viaggio ma non sai dove andare? iPome Hotels ti aiuta a trovare la destinazione, l’hotel o l’itinerario giusto ed ideale per te, in maniera facile, veloce ed intuitiva.

Inizia la Ricerca e Buon iPomeViaggio!

Inizia il viaggio e buon divertimento

Vuoi fare un viaggio ma non sai dove andare? iPome Hotels ti aiuta a trovare la destinazione, l’hotel o l’itinerario giusto ed ideale per te, in maniera facile, veloce ed intuitiva.

Inizia la Ricerca e Buon iPomeViaggio!

Esplora

#EssereiPome

Insider

Back to Bello home

Copyright iPomeHotels.com. Vietata la riproduzione.

Back to Bello home

Copyright iPomeHotels.com. Vietata la riproduzione.